Una delle escursioni imperdibili sulle nostre montagne – RIMANDATA A PRIMAVERA CAUSA NEVE

La strada delle 52 gallerie del Pasubio è un’opera straordinaria di ingegneria militare, costruita durante la Prima Guerra Mondiale per consentire l’approvvigionamento delle truppe arroccate sul Pasubio, con un percorso al riparo dalle divisioni nemiche. La mulattiera è lunga 6 km, dei quali circa 2 suddivisi in 52 gallerie scavate nella roccia, tra le guglie, le gole e le pareti rocciose del versante meridionale del massiccio del Pasubio. Percorrerla per intero è un’esperienza unica e suggestiva, sia per gli scenari naturali che per l’evocazione di quella che è stata la tragica vita di migliaia di soldati impegnati a difendere i confini italiani.

Un’escursione di grandissima soddisfazione, quasi “obbligatoria” per tutti gli appassionati di escursionismo o di storia o anche per chi solo vuole trovarsi davanti ad un’opera entusiasmante immersa in una natura aspra e spettacolare.

Difficoltà: E (il sentiero è ampio e ben tenuto, ma poiché la strada corre sopra profondi dirupi e cenge aeree, l’escursione è sconsigliata a chi soffre di vertigini).

Dislivello: primo giorno 1000 mt circa tra la strada delle 52 gallerie e il museo a “cielo aperto”; secondo giorno 500 mt circa.

GUARDA LA GALLERY DELLA SCORSA EDIZIONE

Partenza da Milano Piazzale Lotto (fermata della metro rossa e lilla Lotto) sabato 17 Ottobre ore 6. Rientro a Milano previsto per domenica 4 ottobre ore 18.

Costo: 110 euro (organizzazione e accompagnamento con guida AMM Collegio Guide Alpine Lombardia, GPS, RCA guida, dispositivo satellitare di emergenza, cena, pernottamento in rifugio, colazione e pranzo al sacco della domenica)

Il primo giorno percorreremo la mulattiera delle 52 gallerie per intero, fino ad arrivare al rifugio A. Papa. Dopo esserci riposati faremo un altro breve tratto di sentiero per andare a visitare i musei all’aperto della Grande Guerra (davvero suggestivi), e tornare alla macchina passando per la strada degli Eroi. Cena e pernottamento in rifugio (si mangia benissimo!).

Il secondo giorno partiremo dal rifugio alle ore 8.30 circa, per arrivare alla selletta Nord-ovest attraversando alcune gallerie e trincee militari, con un bellissimo panorama sul massicco del Monte Carega. Da qui scenderemo al passo Pian delle Fugazze, per arrivare poi in un’ora circa ad un divertente Ponte Tibetano lungo più di 100 metri e sospeso a 30 metri d’altezza. Prima di arrivare al ponte faremo una breve deviazione per visitare l’Ossario del Pasubio, un mausoleo/cimitero eretto in ricordo di tutti i soldati morti durante la guerra. Dal ponte in 45 minuti saremo di nuovo al rifugio.

Per info e prenotazioni Daniela cell. 3392524402 oppure info@wildmiout.it