TRA I CANYON E IL MARE DELLA SARDEGNA

28 maggio – 2 giugno 2022

guarda il video su YouTube

Un’avventura indimenticabile che attraversa il tratto più selvaggio e incontaminato della costa orientale sarda, lungo circa 50 km, da Santa Maria Navarrese a Cala Gonone. L’oasi naturalistica che comprende il golfo di Orosei è una delle mete più spettacolari della Sardegna, tra macchia mediterranea, animali selvatici, altopiani, canyon, pinnacoli e pareti a picco su un mare da sogno, di un turchese quasi irreale. Una terra dove l’uomo passa in silenzio, tra il suono della natura e il rumore del mare. Il percorso segue in parte l’itinerario del Selvaggio Blu, discostandosene nella parte centrale per passare nell’immediato entroterra invece che sulla costa. Prima di intraprendere il percorso faremo un’escursione alla Gola di Gorropu, la profonda voragine che si apre tra Barbagia e Ogliastra, considerata uno dei canyon più straordinari d’Europa. Un imperdibile viaggio a piedi tra i paesaggi immensi, i colori, i sapori e i profumi di una Sardegna sconosciuta, disabitata e magica.

Dislivello massimo giornaliero: 800 mt

Difficoltà: E (con un piccolo tratto E+)

Partenza: ritrovo alle ore 19 di venerdì 27 maggio 2022 a Genova Porto (oppure alle ore 17 a Piazzale Lotto, Milano). Il tragitto Milano-Genova si può fare autonomamente oppure con le macchine in condivisione. Imbarco e partenza per Olbia. Per chi preferisse è possibile il ritrovo direttamente a Olbia alle ore 8 del 28 maggio 2022.

1 giorno: escursione alla Gola di Gorropu, cena e pernottamento a Cala Gonone in appartamento con cucina.

2 giorno: transfer per Santa Maria Navarrese, punto di partenza del trekking. 1 TAPPA Santa Maria Navarrese – Rifugio Goloritzè, cena e pernottamento in rifugio.

3 giorno: 2 TAPPA Rifugio Goloritzè – Cala Goloritzè. L’incontaminata e selvaggia Cala Goloritzè, raggiungibile solo a piedi, è considerata una delle spiagge più belle d’Italia. La baia è sormontata da una grandiosa guglia calcarea, e delimitata a sud da una parete rocciosa dove il mare ha scavato un arco di pietra.

4 giorno: 3 TAPPA Rifugio Goloritzè – Cala Sisine. Pernottamento in tenda in campeggio accanto alla spiaggia.

5 giorno: 4 TAPPA Cala Sisine – Cala Gonone. Ritorno ad Olbia, imbarco alle 21.30 per Genova (o rientro in autonomia). Durante il percorso passeremo per Cala Luna, un’insenatura intagliata tra le falesie con al centro un’abbagliante striscia di sabbia finissima lunga 800 metri.

Per le tende, gli zaini, i bagagli e l’acqua ci sarà un servizio di trasporto bagagli che ci farà trovare il materiale all’arrivo di ogni tappa, in modo da poter camminare solo con uno zaino giornaliero.

Cosa comprende la quota: organizzazione ed escursioni con guida di montagna del Collegio Guide Alpine Lombardia (RC guida, GPS, dispositivo satellitare di emergenza). Per la complessità del percorso e l’assenza di indicazioni la traversata deve essere fatta con una guida professionista. Escursione e ingresso Gola di Gorropu, notte in appartamento con cucina a Cala Gonone, transfer per Santa Maria Navarrese, due notti con cena, pernottamento e colazione in rifugio (camere con bagno e doccia), quota tenda, cena, colazione e utilizzo docce e bagno in campeggio a Cala Sisine, trasporto bagagli. Per i pranzi al sacco si può provvedere in autonomia portando barrette e alimenti non deperibili in una sacca che verrà portata dal transfer bagagli.

La quota non comprende il viaggio per Genova e il traghetto per Olbia (per chi non avesse la macchina ci si organizza con macchine condivise, nel rispetto delle normative vigenti al momento della partenza).

E’ possibile partecipare provenendo anche da altre località, facendosi trovare a Olbia il 28 maggio 2022 alle ore 8.

Per informazioni ulteriori e prenotazioni: Daniela cell. 3392524402 oppure info@wildmiout.it